LA MUSICA IN RETE

Internet e le possibilità fornite dall’impiego di questo media costituiscono una grande opportunità per l’industria discografica e hanno generato una profonda trasformazione del settore. Le case discografiche lavorano, infatti, con i canali messi a disposizione dalla rete per sviluppare sempre migliori possibilità di accesso alla musica, rendendo interattivo il rapporto tra con il consumatore e  generando vantaggi anche per lo sviluppo creativo e per la promozione di nuove realtà emergenti.

La possibilità di poter lavorare su network e piattaforme online, così come di rendere la musica accessibile da mobile, offre all’industria grandi opportunità di espansione sul mercato mondiale, e consente di migliorare l’efficienza dei sistemi di distribuzione allargando il repertorio disponibile, per permettere ai consumatori di accedere alla musica che desiderano nei formati preferenziali, quando e dove vogliono. E’ importante che tutto questo avvenga con la garanzia che chi lavora nel settore musicale, producendo brani, interpretandoli o scrivendoli, riceva una tutela adeguata sia da un punto di vista tecnico che legale, così come è sempre accaduto anche nel mondo analogico. Rispetto a tale visione, è stato importante in Italia il recepimento della Direttiva Europea sul Copyright, strumento essenziale per favorire lo sviluppo del settore in particolare nell‘ambiente digitale.

LA TUTELA DEL COPYRIGHT E LE NUOVE TENOLOGIE

Come è noto il copyright, ovvero il diritto d’autore, il diritto del produttore e dell’artista interprete esecutore sono l’unica forma di remunerazione di un’attività che si basa esclusivamente sulla creatività e l’inventiva. Chi scrive una musica, crea un testo e produce un disco, fonda la propria sopravvivenza economica sul copyright, ovvero sui diritti di proprietà intellettuale. Ecco perché è fondamentale la protezione del diritto d’autore e dei diritti connessi: proteggendo la creatività e remunerandola si genera un percorso virtuoso che alimenta  lo sviluppo di nuove idee così come il lancio di nuovi artisti. Il copyright, a ben vedere, è un principio fondamentale per l’innovazione.

L’avvento delle nuove tecnologie non ha modificato il valore del processo creativo né la necessità di tutelarlo, ogni brano riprodotto o messo a disposizione in rete, infatti, è sottoposto alla stessa normativa sul diritto d’autore che vige per i prodotti fisici. Su ogni brano musicale esiste quindi un diritto esclusivo, che va riconosciuto e rispettato.