Investing in music è disponibile: qui

La versione breve in italiano è disponibile: qui

Secondo Investing in Music 2016, la discografia resta il maggior investitore musicale con  importi di oltre $4.5 miliardi destinati all’A&R (artisti e repertorio) e marketing nel solo 2015.

Le aziende discografiche si assumono il rischio, con investimenti anticipati, di formare, promuovere e fornire quelle azioni funzionali allo sviluppo di progetti artistici.

Il report è presentato oggi da IFPI, che rappresenta l’industria discografica nel mondo, in collaborazione con WIN, che rappresenta le etichette indipendenti a livello internazionale, e descrive gli investimenti globali delle case discografiche destinati alla scoperta, la formazione e la promozione di artisti musicali. Inoltre, il documento pone in evidenza l’intenso lavoro dei professionisti che operano “dietro le quinte” nelle aziende, per supportare il raggiungimento di determinati obiettivi.

Tra i dati riportati nell’Investing in Music: