11-09-2014
Primo piano

DA OGGI NELLE CLASSIFICHE UFFICIALI DEI BRANI MUSICALI SARĂ€ CONTEGGIATO ANCHE LO STREAMING AUDIO

Con la classifica Top of The Music by FIMI/GfK dei singoli di questa settimana, per la prima volta i dati dello streaming audio di tutte le piattaforme attive in Italia vengono integrati con i dati del download, riflettendo così un canale di accesso alla musica sempre più popolare nel nostro Paese tra i consumatori di musica.

I dati degli stream audio rilevati da GfK Retail and Technology Italia entrano così a pieno titolo nel sistema di misurazione dei consumi di musica, confermando la vera esplosione dell’utilizzo da parte dei consumatori di piattaforme di streaming come Deezer, Google Play, Juke, Napster, Play.me, Rdio, Spotify, TIMmusic e Xbox Live nel nostro Paese. L’andamento dello streaming è cresciuto anche nel primo semestre del 2014 del 134% arrivando a rappresentare il 45% del segmento digitale. Secondo GfK Retail and Technology ogni settimana in Italia sono oltre 16 milioni gli stream free e 4 milioni quelli premium.

GfK Retail and Technology, che provvede ad elaborare la classifica integrando download e streaming, utilizza così, come avviene in tutti i Paesi dove le classifiche integrano i due segmenti, un fattore di conversione di 100 stream per 1 download per rendere compatibili i due modelli di business. Tutti gli stream, free o a pagamento, sono conteggiati a patto che abbiano una durata superiore ai 30 secondi. Il fattore di conversione, inoltre, sarà rivisto su base quadrimestrale data l’evoluzione spinta del mercato discografico (uno dei settori che trainano la rivoluzione digitale di contenuti). 

SCARICA L'ALLEGATO