Esegui ricerca

 

 

AL VIA IL TAX CREDIT MUSICALE PER I NUOVI TALENTI

18 maggio 2015

Soddisfazione di FIMI per l'approvazione dei decreti attuativi. Importante forma di incentivazione

La FIMI (Federazione dell'Industria Musicale Italiana di Confindustria) esprime estrema soddisfazione per l'avvio del Tax Credit, il decreto attuativo che introduce un credito d'imposta per la promozione di nuovi talenti.

A beneficiare delle agevolazioni, saranno le imprese discografiche esistenti dal 1° gennaio 2012, alle quali viene riconosciuto un credito di imposta dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016, nella misura del 30% dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione, digitalizzazione e promozione di registrazioni fonografiche e videografiche musicali, che siano opere prime o seconde di compositori, artisti interpreti o esecutori, nonché di gruppi di artisti.

Di seguito i costi eleggibili ai fini del Tax Credit per azienda / credito d'imposta, per il triennio 2014-2016:

  • 667.000 euro - spese massime eleggibili Tax Credit, per azienda nel triennio;
  • 200.000 euro - credito di imposta massimo per azienda nel triennio;
  • 100.000 spese massime eleggibili  per opera;
  • 30% - Tax Credit per opera;
  • 13,5 milioni di euro - limite di spesa complessivo nel triennio. 4,5 milioni / anno fino ad esaurimento delle risorse disponibili in ciascuno dei periodi di imposta;

Le Disposizioni applicative del credito d'imposta per la promozione della musica di nuovi talenti, possono essere richieste online tramite il Modulo per il riconoscimento del Tax Credit Musica, di cui al D.M. 2 dicembre 2014.

Il Tax Credit sui nuovi talenti ha avuto un ottimo riscontro in Francia dove è in vigore da anni. L'introduzione nel nostro Paese di una misura a sostegno della ricerca e lo sviluppo, potrà sicuramente incentivare il lavoro che le etichette svolgono per promuovere i giovani artisti.

La domanda dovrà essere inviata entro il 30 giugno 2015.