Esegui ricerca

 

 

Arriva il sito europeo www.pro-music.org per favorire la cultura della musica legale in rete

25 maggio 2003

E' stato lanciato oggi www.pro-music.org , una nuova iniziativa internazionale, ed in particolare europea, per promuovere luso legittimo della musica on line e sfatare i miti sulla pirateria musicale in internet.

Londra, 21 Maggio 2003. E stato lanciato oggi www.pro-music.org , una nuova iniziativa internazionale, ed in particolare europea, per promuovere l'uso legittimo della musica on line e sfatare i miti sulla pirateria musicale in internet. Il sito è sostenuto da unalleanza internazionale di musicisti, esecutori, artisti, appartenenti sia alle maggiori aziende discografiche sia alle etichette indipendenti. Pro-Music.org, nasce mentre diversi nuovi servizi a pagamento di musica on line stanno emergendo in Europa, ed è la più recente iniziativa per contrastare la diffusione di musica non autorizzata sul Internet. Il sito offre il più grande archivio internazionale di informazioni sul numero crescente di siti legali di musica on line e che offrono più di 200.000 canzoni ai consumatori. Nel sito sono disponibili anche informazioni sul processo che conduce alla produzione di musica e ai soggetti coinvolti nella filiera e diversi punti di vista sul fenomeno della pirateria, dagli artisti, ai media, al pubblico. Sono disponibili anche informazioni, domande e risposte sulla tutela del copyright con riferimento alla musica online. L'iniziativa ha visto un ampio sostegno di associazioni del settore musicale. IFPI e IMPALA che rappresentano centinaia di aziende discografiche in tutto il mondo. GERA, che rappresenta i commercianti europei di musica, GIART, che rappresenta gli artisti interpreti e FIM, che rappresenta lunione internazionale dei musicisti. Le sezioni del sito illustrano i vari aspetti della produzione musicale, offrono dichiarazioni di artisti e musicisti, link ed informazioni sui servizi legali di muisca online e i punti di vista di operatori del settore, dalle major agli indipendenti, ai media, alle associazioni. Altre sezioni riguardano i falsi miti della pirateria online, tipo il file sharing è come farsi una copia di una musicassetta e non uccide la musica e offrono informazioni sul ruolo del copyright e le linee guida per evitare di violare la legge nelle aziende e nelle istituzioni scolastiche. __________________________________ Per maggiori informazioni: Adrian Strain, Julie Harari or Fiona Harley, IFPI Secretariat Tel: +44 (0)20 7878 7900 Elena Strada Ufficio Stampa FIMI Tel 02/795879