Esegui ricerca

 

 

Operazione di polizia postale contro il File Sharing illegale

6 giugno 2005

Il plauso di Fimi al Ministro dell'interno

Pescara: Polizia Postale scopre rete illegale film e musica, 55 indagati.

La Polizia Postale di Pescara ha eseguito 54 perquisizioni locali nell'ambito di un'indagine che ha permesso di sgominare unorganizzazione criminale che gestiva una rete chiamata cucciolandia, finalizzata alla diffusione e allo scambio illecito di files che riproducono opere musicali, cinematografiche e programmi per computer, in violazione delle norme sul diritto dautore.
Gli investigatori della Polizia Postale di Pescara, in collaborazione con quelli della Lombardia, Lazio, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Marche, Campania e Veneto, hanno rinvenuto e sequestrato, a 55 indagati, numerosi supporti e sistemi informatici. Lindagine risulta essere la più rilevante mai condotta in Italia contro le violazioni delle leggi sul diritto dautore commesse sulla rete internet. Per la prima volta è stato condotto uno studio sistematico, dal punto di vista dellillecito, sul funzionamento dei collegamenti peer to peer che ha permesso di effettuare una stima prudenziale dei danni a carico dellindustria, dellerario e della SIAE, valutati in oltre 35.000 euro lora.
In collaborazione con Ikon Corp. s.r.l. è stato elaborato un software per la decodifica e la ricostruzione dei dati intercettati ed è stato applicato un software di analisi relazionale che ha evidenziato, anche graficamente, le dimensioni del fenomeno criminale e i rapporti e le connessioni tra gli indagati.
In merito alla vasta operazione condotta dalla Polizia postale sulle reti p2p e che ha portato a 55 indagati in tutta Italia, FIMI, Federazione dell'industria musicale italiana ha espresso stamane il plauso al Ministro dellInterno e al Capo della Polizia per la conclusione di una sofisticata indagine che ha colpito una ramificata organizzazione in rete.
Oggi in Italia l'offerta di musica online legale è in forte espansione con siti come Itunes, MSN, Messaggerie digitali, Buongiorno vitaminic, ecc, unofferta che può essere messa in grave difficoltà dalla presenza contestuale di musica abusiva messa a disposizione in rete.